DOVE ERAVATE?

PINUCCIO SCIOLA

Una notte d’estate molto calda nel Giardino Sonoro di Pinuccio Sciola. Rumori e suoni. Suoni sinistri. Il lamento della pietra. Il pianto di un padre. La disperazione di chi forse ha sbagliato tutto. Anche coi propri figli.

MARIA LAI - FOTOGRAFIE

MOSTRE

Venti fotografi per venti fotografie. Alla Stazione dell’Arte per raccontare, attraverso le immagini, il volto e la vita della grande artista di Ulassai

IL RITORNO DI BUZ

L'UOMO UCCELLO

“In questo posto si avvertono energie che non senti da nessun’altra parte del mondo. È come se Pinuccio fosse sempre quì tra noi”


MY ENGLISH TEACHER

I RACCONTI DI ANGELICA GRIVEL

“Dal mio punto di vista, Agnes era un esperimento, una sfida: un po’ come visitare l’oceano con un sottomarino. Credo che lei mi abbia conosciuta di gran lunga più profondamente di molti altri esseri umani nei quali io sia inciampata nel corso della mia storia”

THE LIGHT PLAYER

MODA E FOTOGRAFIA

Dalla fotografia analogica a quella digitale, dalle polaroid ai provini a contatto, Stefania Paparelli ci accompagna in un viaggio, tutto al femminile, fatto di sogni dai colori pastello e profumi mediterranei.


CLAUDIO MONTUORI

THE BIRDMAN

Musicista, alchimista, uccello. Con la sua arte fa sognare bambini dagli uno ai novant'anni. Parla una lingua misteriosa e iperbolica. “Scava e Scova” è il nome della performance che Buz - The Birdman - ha costruito su misura per il Giardino Megalitico di Pinuccio Sciola. E lì lo abbiamo incontrato.

SALVATORE STRIANO

L'ISOLA DELLE STORIE

“In carcere l'arte ci muoveva l'anima, ci migliorava giorno dopo giorno. L'arte ci ha salvati”. L’incontro e l’intervista con chi la criminalità l’ha vestita sulla propria pelle e con chi, da quel mondo e da quegli abiti, ne è uscito per sempre.

GARRY WINOGRAND

WOMEN (ARE BEAUTIFUL)

Sorridenti e danzanti. Distratte. Affogate nel caos della vita. Eleganti e cinematografiche nelle loro zazzere biondo platino o in quelle gonne che si fanno sempre più corte, le donne di Winogrand, raccontano di femminismo di controcultura e di libertà. Di una rivoluzione che partì dalla moda e dai costumi e di una femminilità, sempre in bilico tra peccato e rettitudine.

PAOLO FRESU

INTERVISTA

«L'artista è un'eccezione: il suo ozio è un lavoro, e il suo lavoro un riposo: è sia elegante che trascurato; indossa, per scelta, la blusa da contadino e impone il frac indossato dall'uomo alla moda, non subisce le leggi: le detta!», Honoré de Balzac